Contest“Edizione 2017 – 2018”

motivation concept with businessman flat design.

Per favorire la diffusione del defibrillatore e la cultura del primo soccorso nelle scuole secondarie di secondo grado abbiamo scelto anche quest’anno di mettere in palio la partecipazione al progetto Ritmo giusto.

Lo scorso anno, per la prima edizione del Contest, i ragazzi e i loro docenti ci hanno colpiti per l’importanza data alla tematica e per la varietà dei modi di raccontarla al punto che abbiamo scelto di aumentare il numero dei premi.

Per l’edizione 2017 – 2018 saranno premiati tre istituti italiani e gli studenti e gli insegnanti degli istituti vincitori beneficeranno della donazione di un DAE e del corso BLSD utili a sviluppare la cultura dell’emergenza e del primo soccorso fra i ragazzi e l’attenzione verso l’altro, primo passo per avere a cuore e prendersi cura della comunità tutta.

Come gli anni scorsi il main partner del progetto è ANP – Associazione Nazionale Dirigenti e alte professionalità della scuola che dal 2014 accompagna questa iniziativa e la sostiene, contribuendo a diffondere e rafforzare l’attenzione delle scuole e dei ragazzi per il tema della salute e della sicurezza.

Per partecipare al Contest è necessario leggere attentamente il Regolamento e scaricare il Modulo di Iscrizione al Concorso inviandolo, debitamente compilato, all’indirizzo di posta certificata visesonlus.progetti@pec.it  entro il 10 dicembre 2017.

REGOLAMENTO 

MODULO ADESIONE

Diario di viaggio

Per inviare i prodotti c’è tempo fino al 31 marzo 2018!


 

Il RITMO GIUSTO CONTEST e la BUONA SCUOLA

Partecipando al Contest gli Istituti, oltre ad avere la possibilità di dotarsi di strumenti e di fare un percorso di primo soccorso (L. 107, comma 10) , data la natura dei prodotti richiesti,  possono integrare i percorsi di alternanza  scuola-lavoro (L. 107, commi 33-43) previsti per il corrente anno scolastico, promuovendone anche la dimensione interdisciplinare per quanto concerne l’acquisizione di competenze trasversali  da parte degli studenti.  Analoga attenzione viene riservata allo sviluppo delle competenze digitali (Legge 107, commi  56/59)